La Medicina di Genere

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di medicina di genere.

La medicina di genere è un nuovo ed emergente approccio della medicina volto a studiare e analizzare come le malattie differiscono tra uomini e donne in termini di prevenzione, segni clinici, approccio terapeutico, prognosi, impatto psicologico e sociale.

La medicina di genere, quindi, non è tanto lo studio delle malattie che colpiscono gli uomini o le donne, quanto lo studio di come il genere influenza le malattie, in modo che l’approccio medico diagnostico e terapeutico siano il più adeguati e mirati possibile.

Numerose malattie presentano frequenza, sintomi e gravità differenti negli uomini e nelle donne. Questo avviene anche nella risposta alle terapie e nelle reazioni avverse ai farmaci. Inoltre, sappiamo che le donne vivono più a lungo degli uomini ma, di contro, si ammalano di più, consumano più farmaci e, di conseguenza, sono più esposte alle reazioni avverse dei medicinali.

Approfondisci nella sezione
“Età e Patologie Autoimmuni”

Età e Patologie
Autoimmuni

Nelle patologie autoimmuni dermatologiche, le donne hanno una percezione della severità di malattia cutanea più elevata rispetto agli uomini e, di conseguenza, la patologia può avere un maggiore impatto negativo sulla qualità di vita. Questo ha una ricaduta sulla gestione della paziente donna, che consideri non soltanto i sintomi clinici della malattia ma anche quanto e in che modo influenza la vita personale, le attività quotidiane il benessere psicologico.

Approfondisci nella sezione
“Qualità di vita”

Qualità di Vita