Le malattie Autoimmuni Reumatologiche
e Dermatologiche

Le malattie autoimmuni

Le malattie autoimmuni sono caratterizzate da una disfunzione del sistema immunitario che induce l’organismo ad attaccare i propri tessuti.

Più precisamente, le malattie autoimmuni possono colpire cellule, o parti di un solo organo o più organi. Quando colpiscono un solo organo si dicono patologie organo-specifiche (ad esempio la tiroidite di Hashimoto, la più frequente tra le malattie autoimmuni), quando coinvolgono tutto l’organismo si dicono sistemiche (ad esempio il Lupus Eritematoso Sistemico).

Le patologie autoimmuni sono croniche, ovvero non guariscono del tutto nel tempo. Sono anche multifattoriali, ossia scatenate dall’azione combinata di diversi fattori, genetici e ambientali. La genetica, però, non basta a spiegare l’insorgenza delle malattie autoimmuni. Molti studi condotti su coppie di gemelli omozigoti, infatti, dimostrano che, pur avendo queste persone una identica sequenza di DNA, non sempre entrambi si ammalano delle stesse malattie autoimmuni.

Dai sintomi
alla diagnosi

Malessere generale, profonda stanchezza, febbricola, dolori articolari: sono alcuni dei sintomi delle malattie autoimmuni. Soprattutto nelle fasi iniziali non sono ben definiti e, soprattutto, sono comuni ad altre patologie: per questo, spesso vengono sottovalutati.

L’andamento e la prognosi delle malattie autoimmuni differiscono in modo anche sostanziale, a seconda della specifica patologia. Tuttavia, una diagnosi tempestiva è fondamentale. Infatti, riconoscere la malattia in fase precoce consente di iniziare il percorso terapeutico prima che si instaurino danni permanenti ai tessuti o agli organi, che ne compromettano la funzionalità.

I medici
di riferimento

Il primo interlocutore è il medico di medicina generale. È a lui che vanno riferiti i sintomi – come stanchezza e malessere generale – che non sono da sottovalutare, soprattutto se si protraggono per settimane. Allo stesso modo, è lui che indirizzerà eventualmente allo specialista.

Il medico specialista di riferimento per i pazienti, donne o uomini, affetti da una malattia autoimmune può essere diverso in relazione all’organo interessato. Per gran parte delle malattie autoimmuni reumatologiche o dermatologiche, gli specialisti di riferimento sono il reumatologo e il dermatologo.

Le malattie autoimmuni a prevalenza femminile

Alcune malattie autoimmuni reumatologiche e dermatologiche presentano differenze anche significative tra uomini e donne, in termini di prevalenza, sintomi, gravità e risposta alla terapia. Ne sono esempi l’artrite reumatoide e il Lupus Eritematoso Sistemico (LES).

Le ragioni di queste differenze sono molteplici e complesse, e la ricerca non le ha ancora chiarite dl tutto. Certamente, gli ormoni femminili e i loro effetti sul sistema immunitario giocano un ruolo importante. Analogamente, altri fattori, ad esempio genetici, possono rendere il sistema immunitario delle donne più reattivo e, di conseguenza, più incline a sviluppare una patologia autoimmune.

Malattie Autoimmuni
Reumatologiche

Malattie Autoimmuni
Dermatologiche

Fonti

• Carlo Selmi, “Fortissime per natura”. Piemme, 2020.
• SIR, Come prevenire e affrontare le malattie reumatologiche, #ReumaDays, 2019. Disponibile all’indirizzo: https://www.reumatologia.it/obj/files/rheumadays/OpuscoloReumaDays2019-2.pdf.pdf