La Ricerca

Gli ambiti di interesse

La ricerca nella medicina di genere ha diversi ambiti di interesse.

  • Alcuni hanno l’obiettivo di individuare comportamenti, stili di vita e abitudini alimentari genere-specifici.
  • Altri mirano allo sviluppo di nuove tecnologie: dispositivi medici, test diagnostici, prognostici e predittivi, strumenti di digital health.
  • Altri ancora hanno l’obiettivo di individuare nuove terapie genere-specifiche.

La “differenza di genere” nella ricerca scientifica è un valore, perché tiene conto delle reali diversità biologiche tra uomo e donna.

Nell’ambito della ricerca scientifica, per anni le donne sono state ampiamente sottorappresentate nelle sperimentazioni cliniche e pre-cliniche. La numerosità delle donne negli studi clinici è molto bassa e anche nella sperimentazione pre-clinica la maggior parte degli studi viene condotta su animali maschi. Persino nel campo dei dispositivi medici, ad esempio per le protesi o per i cateteri venosi, mancano studi che tengano conto delle differenze anatomico-funzionali legate al genere.

L’approccio di genere

Per i motivi sopra, è ormai imprescindibile nella medicina e nella ricerca l’adozione di un approccio che tenga conto delle differenze tra uomo e donna. Infatti, la ricerca scientifica si sta impegnando per perfezionare le tecniche di diagnosi e mettere a punto terapie sempre più genere-specifiche.

Anche per le Istituzioni e le Società Scientifiche, nazionali e internazionali, il tema del genere nella ricerca scientifica è diventato prioritario. Infatti, i maggiori organismi internazionali hanno raccomandato che le attività di ricerca biomedica, farmacologica e psico-sociale tengano conto delle differenze di genere. Le stesse Istituzioni promuovono lo sviluppo di una medicina personalizzata, fondata sull’appropriatezza degli interventi.